Lame per tutti gli usi, ma che siano di qualità!

lame-per-tutti-gli-usi-ma-che-siano-di-qualita

Non c’è bisogno di pensare all’uso poco appropriato verso la vita degli altri che purtroppo viene fatto da certe persone per rendersi conto di quanto, siamo donne o uomini, le lame facciano parte di tanti gesti della nostra quotidianità e ci permettano di compiere gesti necessari come quello di mangiare o altri altrettanto importanti come quello di curare la nostra bellezza.

Cosa sarebbe, infatti, la cucina senza la lama? Quella dei coltelli, che ci permettono di tagliuzzare il cibo nel nostro piatto e agli chef in cucina di fare altrettanto prima di comporre piatti magnifici, per il nostro palato e spesso anche per il nostro sguardo. Oppure quella dell’affettatrice in macelleria o al banco carni del supermercato. Senza dimenticare la lama dei robot da cucina che ci permettono di grattuggiare le verdure per comporre in tempi brevi piatti sfiziosi.

Se dalla cucina poi ci spostiamo verso l’ambito della cura del nostro corpo, sicuramente a tutti gli uomini verrà in mente quella piccola tortura quotidiana, per i più sfortunati, chiamata rasatura. Una tra le pratiche più millenarie con cui, da una certa età in poi, gli uomini si trovano a fare i conti. C’è poi chi decide di farsi crescere la barba e allora, almeno per loro, niente lame per un po’ … ma questo è un altro discorso. Le evoluzioni di questo strumento ha visto molte fasi che ha portato il rasoio a diventare uno strumento elettrico la cui efficacia viene spesso valutata proprio in base al numero di lame contenuto in esse. Le pubblicità moderne non perdono occasione per ricordare al consumatore l’efficacia dei rasoi a 4 lame mostrando rasature perfette ottenute con il minimo sforzo. Come molti uomini potranno confermare, c’è differenza tra quelle immagini patinate e la realtà … e i cerotti che a volte spuntano sulla propria faccia stanno lì a dimostrarlo. Scegliere il rasoio (e la crema da barba) giusti non è una cosa così semplice.

Anche la cura della bellezza delle donne passa attraverso la lame, soprattutto per quanto riguarda la depilazione. Non tutte infatti vogliono affidarsi ai diversi tipi di ceretta proposti sul mercato e concentrano la loro attenzione su rasoi e depilatori che, neanche a dirlo, fanno delle lame la loro componente principale. Per loro le lame sono poi utili anche per la cura delle unghie, la cui pulizia è un ambito a cui le donne fanno sempre molta attenzione. Ed infatti una lametta è un oggetto che spesso fa capolino nelle loro borse. Alzi la mano a chi non è successo all’aereoporto di passare sotto i varchi dei controlli con una lametta dimenticata nella borsetta o nel proprio beauty-case che ha fatto suonare l’allarme. E dopo quell’attimo di imbarazzo iniziale in cui l’addetto di turno ti ha squadrata come la peggior terrorista, tutte le volte ci si prende l’impegno a ricordarsene, la prossima volta. Ovviamente spesso disatteso.

Noi non compriamo direttamente le lame che utilizzamo, ma le troviamo direttamente inserite negli strumenti che utilizziamo quotidianamente. Non tutte le lame sono uguali e quando si costruisce uno strumento bisogna saper scegliere la qualità e la serietà di chi ha una lunga esperienza nella loro produzione, come la ditta Lamebo Srl della provincia di Torino, che ormai da molti anni si pone ai vertici della produzione di
lame a spaccare di alta qualità.

E’ per questo che io spero sempre che chi ha costruito gli strumenti che mi trovo ad utilizzare per la cura del mio corpo o il coltello che uso per cucinare abbia usato lame della stessa qualità, anche se di tipo diverso.

Nell’uso quotidiano di queste diverse tipologie di lame possiamo capire quanto sia importante che esse siano fatte e costruite con cura, perché una lama non ben affilata può procurarci qualche piccolo incidente che tutti vorremmo evitare. Chiedere a quell’uomo che ho appena visto passare con un grosso cerotto sul mento, per credere.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *